“Quella faccia un po’ così, quell’espressione un po’ così, che abbiamo noi mentre guardiamo Genova…”
Davanti a questa deriva, l’idea di progresso deve tornare a parlare agli uomini e alle donne di buona volontà. Non si può rinunciare a costruire un domani al Nostro Paese! 
In uno stato fortemente indebolito dalla sua incapacità di uscire dalla crisi e dall’incertezza politica che il governo semina a piene mani, la tragedia di Genova del 14 agosto – con 43 morti, 15 feriti e più di 600 sfollati – illumina come un fulmine la crisi di sistema in cui siamo immersi e che non vogliamo vedere. Una delle più grandi società autostradali private del mondo è sotto accusa per non aver saputo prevedere il rischio-disastro di un’opera gigantesca ultimata nel 1967 e che verrà ricordata come il ground zero dell’Italia. La squallida propaganda sulle macerie di Genova e l’incapacità di accudire il bene pubblico sono deprimenti. In uno stato di diritto, di fronte a una catastrofe, si accertano le cause, si verificano le responsabilità civili e penali, si agisce in giustizia e POI si prendono severi provvedimenti.
Giustizia, un termine di cui si abusa per fomentare e allo stesso tempo rassicurare il popolo che ormai la sente prostituita. Giustizia ritardata è giustizia negata ed è una vana speranza, se la legge è di chi se la compra. È a madame Giustizia che sono dedicate queste parole amare, come quelle che tutto il mondo sta urlando in questi giorni, per destarla dalla vacanza che sembra aver preso da questi luoghi e per contrastare gli impostori che siedono al suo posto! 
E’ mai possibile che a mezzogiorno del 18 agosto si dia l’addio alle vittime di Genova, in una giornata di lutto nazionale, e alle sei parta il campionato di A? Ricordiamoci che: “Eppur parenti siamo un po’ di quella gente che c’è là…”. 
Citando le parole di Paolo Borsellino, fratello dell’altrettanto compianta Rita scomparsa a Ferragosto: “Un giorno questa terra sarà bellissima”, dobbiamo rimboccarci TUTTI le maniche per trasformare questo sogno in realtà.

Gokcen @caricaturella